Sei qui: Home Lavori Pubblici

Cerca

Traduttore

OGGETTO: MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL CHIOSCO SITO NELLA “PIAZZA EUROPA” DELLA CITTÀ E DELLA RELATIVA AREA DI PERTINENZA PER LE ATTIVITÀ DI INTRATTENIMENTO E DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE OLTRE

Venerdì 21 Agosto 2015 15:30

 

 

CITTA' DI SOMMA VESUVIANA

(Provincia di Napoli)

 

Posizione Organizzativa N. 4 - Lavori Pubblici - Ambiente - Ecologia

Servizio - Lavori Pubblici e Manutenzione

 

DETERMINAZIONE

- Altro

N. 208

DEL 17/08/2015

 

REG. GEN. N. 1.095 del 19/08/2015

 

Pubblicata al n° ________all'Albo Pretorio

per giorni 15 consecutivi, a partire dal 20/08/2015

IL MESSO COMUNALE

 

OGGETTO: MANIFESTAZIONE D'INTERESSE PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL CHIOSCO SITO NELLA "PIAZZA EUROPA" DELLA CITTA' E DELLA RELATIVA AREA DI PERTINENZA PER LE ATTIVITA' DI INTRATTENIMENTO E DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE OLTRE ALLA CURA E CUSTODIA DELL'AREA INTERNA DEL PARCO.- PIAZZA EUROPA-RIAPERTURA TERMINI DI PARTECIPAZIONE.-

Relazione Istruttoria

-che il Comune è dotato di un'area, destinata a parco e giardino pubblico, denominata "Piazza Europa" nel P.d.Z. 167"compresa tra via Napoli-Via Milano e distinto in catasto al foglio 15 particelle 1857-1858-1861-1862;

- che occorre garantire la fruibilità di tali spazi ma al contempo assicurare custodia e vigilanza;

- che l'esiguità delle risorse del Settore non consentono di poter intervenire tempestivamente nei Parchi e Spazi Pubblici Attrezzati siti nel comune di Somma Vesuviana;

-che all'interno per attività di intrattenimento e di somministrazione di alimenti e bevande oltre alla cura e custodia dell'area interna al parco e di altri servizi connessi.

-che l'Ente ritiene utile ed interessante procedere alla valorizzazione del carattere ricreativo, culturale e di prestazione di servizi della "Piazza Europa" promuovendo l'assegnazione in gestione a privati a particolari condizioni di prestazioni corrispettive, la custodia, manutenzione ordinaria dell'intero ambito dello spazio pubblico, in cambio della possibilità di svolgere attività commerciali del tipo: somministrazione/bar, spettacoli, fermo restando il principio che lo spazio pubblico rimanga aperto e pienamente fruibile a tutti;

-che con determina nr. 189 del 13/07/2015 veniva approvato l'avviso di manifestazione di interesse per l'affidamento in concessione della gestione del chiosco sito nella "Piazza Europa" della città e della relativa area di pertinenza per le attività di intrattenimento e di somministrazione di alimenti e bevande oltre alla cura e custodia dell'area interna del parco;

-che nei termini previsti dal bando è pervenuta una sola domanda; e che, pertanto, la commissione tecnica ha ritenuto di riaprire i termini della manifestazione di interesse al 11 settembre 2015, per consentire una maggiore partecipazione degli interessati

Letta la relazione istruttoria;

- il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 recante "Codice dei Contratti pubblici relativi a lavori,servizi e forniture (in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CA) e successive modifiche ed integrazioni;

- il D.Lgs. 5 ottobre 2010, n. 207 " Regolamento di esecuzione e approvazione del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e ss.mm.ii.;

- la Legge regionale n. 3 del 27 febbraio 2007 "07/08/2007 n. 5 e ss.mm.ii.;

D E T E R M I N A

1. La premessa narrativa costituisce parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2-Per i motivi indicati in premessa, di RIAPRIRE i termini di scadenza della manifestazione di interesse per:l'Affidamento in concessione della gestione del chiosco sito nella "PIAZZA EUROPA" e della relativa area di pertinenza per le attività di intrattenimento e di somministrazione di alimenti e bevande oltre alla cura e custodia dell'area interna al Parco.

  • di procedere successivamente alla scelta del contraente mediante procedura aperta, con aggiudicazione secondo il criterio dell'offerta economica al massimo rialzo ai sensi dell'art. 81 del decreto legislativo citato;
  • di dare atto che il canone annuo minimo, soggetto al rialzo, posto a base di gara da corrispondere al Comune è di Euro 4.500,00, come indicato all'art. 4- "Canone di concessione" del Disciplinare allegato al presente atto;
  • di fissare il termine di ricezione delle domande di partecipazione per le ore 12,00 del giorno 11 settembre 2015;

-Di approvare i relativi allegati:

- Avviso Pubblico

- Allegato A Istanza di partecipazione;

- Allegato A bis- Dichiarazione del preposto all'esercizio per la relativa istanza/dichiarazione allegati Disciplinare

4-di dare atto che gli stessi sono parte integrante del presente atto formarne parte integrante e sostanziale;

5- L'Ente si riserva di apportare eventuali modifiche al disciplinare di gara di cui i partecipanti alla gara di aggiudicazione avranno piena conoscenza;

6 Di pubblicare l'avviso e il modello allegato su sito istituzionale del Comune di Somma Vesuviana;

 

IL RESPONSABILE DELLA P.O.4^

Ing. Giuseppe CATAURO

 

 


 

CITTA' di SOMMA VESUVIANA

Provincia di Napoli

Ufficio LL.PP. Manutenzione - Patrimonio

Posizione Organizzativa 4

P.zza Vittorio Emanuele IIITelefax 081/8939154-58

Avviso pubblico esplorativo per la richiesta di manifestazione d'interesse per l'affidamento in concessione della gestione del chiosco situato nell'area interna della " Piazza Europa " e della relativa area di pertinenza per le attività di intrattenimento e di somministrazione di alimenti e bevande oltre alla cura e custodia dell'area interna alla Piazza e di altri servizi connessi.

In attuazione della determinazione n. 189 del 13/07/2015 , il Comune di SOMMA VESUVIANA intende svolgere un'indagine al fine di individuare gli operatori economici da invitare alla procedura ristretta, ai sensi dell' art. 54 e ss. D.lgs. 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento in concessione della gestione del chiosco - bar situato nell'area interna alla "Piazza Europa" della città e della relativa area di pertinenza per le attività di intrattenimento e di somministrazione di alimenti e bevande oltre alla cura e custodia dell'area interna alla Piazza e di altri servizi connessi, sulla base del capitolato d'oneri consultabile sul sito internet del Comune di Somma Vesuviana: http://www.comune.sommavesuviana.na.it nella sezione Bandi di Gara, all'Albo pretorio on-line del Comune e presso gli uffici sotto indicati.

Il presente avviso è finalizzato esclusivamente a ricevere manifestazioni d'interesse, per favorire la partecipazione e la consultazione di operatori economici, in modo non vincolante per l'Ente.

Con il presente avviso non è indetta alcuna procedura di affidamento e pertanto non sono previste graduatorie, attribuzioni di puntèggi o altre classificazioni di merito. Le manifestazioni dinteresse hanno il solo scopo di comunicare all'Amministrazione la disponibilità ad essere invitati a presentare offerte.

Il presente avviso non costituisce un invito ad offrire né un'offerta al pubblico ai sensi dell'art. 1336 c.c. o promessa al pubblico ai sensi dell'art. 1989 c.c. e non è in alcun modo vincolante per l'Amministrazione. L'Amministrazione si riserva la facoltà di non procedere all'indizione della successiva procedura di gara.

Dati dell'Amministrazione aggiudicatrice

Comune di SOMMA VESUVIANA - c.f. 80021380631

Posizione Organizzativa 4 Ufficio LL.PP. - Manutenzione - Patrimonio

 

Indirizzo: Piazza Vittorio Emanuele III "Palazzo Torino" - 80049 Somma Vesuviana (NA)

Tel. 081/8939154 Fax. 081/8939158

Sito internet: http://www.comune.sommavesuviana.na.it

E- mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Responsabile del procedimento: Geom. Mario Moccia

Soggetti ammessi

 

Sono ammessi a presentare domanda di partecipazione le persone fisiche che abbiano compiuto 18 anni e che siano in possesso di partita IVA, le persone giuridiche, gli enti senza personalità giuridica, le associazioni senza scopo lucro. I soggetti concorrenti possono essere imprenditori individuali o società, ovvero RTI (Raggruppamenti Temporanei di Imprese o Consorzio di imprese), in possesso dei requisiti di cui al punto successivo. E' vietato partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora si partecipi anche in raggruppamento, pena l'esclusione. E' vietata altresì la partecipazione alla gara di imprese che si trovino fra loro in una delle posizioni di controllo di cui all'art. 2359 del Codice Civile.

Requisiti da possedere

Coloro che presentano istanza dovranno dichiarare mediante autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 e s.m.i. il possesso dei seguenti requisiti e condizioni :

- di non trovarsi in alcune delle cause di esclusione dalle procedure di gara di cui all'art. 38 del D. lgs 163/2006

- l'Insussistenza delle cause di divieto, di decadenza o di sospensione previste dall'articolo 67 del D. Lgs. 159/2011;

- che non sussistono le condizioni di incapacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione ai sensi dell'art. 32 ter e quater del codice penale;

- di essere in regola con la normativa vigente in materia di sicurezza e salute dei lavoratori di cui al D.Lgs. 81/08 e s.m.i.;

- di essere in regola con l'adempimento degli obblighi in materia di integrazione della disciplina sull'emersione del lavoro sommerso e dei rapporti a tempo parziale (D.L. 210/2002 convertito in L. 266/2002)

- l'inesistenza di contenziosi pendenti contro il Comune di Somma Vesuviana e l'inesistenza di posizioni debitorie nei confronti dello stesso Comune;

- possesso dei requisiti morali di cui all'art. 71, commi 1 e 2, del D. Lgs. n. 59 del 26.03.2010 "Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno";

- possesso di uno dei requisiti professionali di cui all'art. 71, comma 6, del D. Lgs. n. 59 del 26.03.2010.

I requisiti morali dovranno essere posseduti dal concorrente, dal legale rappresentante, dalla persona preposta all'attività di somministrazione e da tutti i soci mentre i requisiti professionali dovranno essere posseduti dal legale rappresentante o dal preposto all'esercizio se persona diversa.

 

Documentazione da presentare

 

Gli operatori economici, in possesso dei requisiti suddetti, che intendono partecipare alla manifestazione di interesse per l'affidamento del servizio di gestione del chiosco sito nell'area interna alla Piazza Europa e della relativa area pertinenziale, devono presentare la documentazione sotto elencata:

  1. Istanza di manifestazione d'interesse, secondo il modello allegato (Allegato A), sottoscritta dal legale rappresentante o dai legali rappresentanti se più di uno;
  2. Copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità del/dei sottoscrittore/i;
  3. Solo per le associazioni : atto costitutivo e statuto.
  4. (eventuale se persona diversa) Dichiarazione del preposto all'esercizio per la somministrazione di alimenti e bevande allegato A bis e copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità del preposto all'esercizio.

 

 

 


Modalità di presentazione della domanda

 

I soggetti interessati ad essere invitati alla suddetta procedura ristretta devono far pervenire apposita istanza, redatta in lingua italiana, secondo il modello allegato (Allegato A), entro le ore 12.00 del giorno 11/09/ 2015 al seguente indirizzo:

Comune di Somma Vesuviana Posizione Organizzativa 4 Ufficio LL.PP. - Manutenzione - Patrimonio - Piazza Vittorio Emanuele III "Palazzo Torino"-80049 Somma Vesuviana (NA).

L'istanza deve essere recapitata all'indirizzo di cui sopra tramite il servizio postale oppure a mezzo corriere o consegnata a mano al Protocollo del Comune di Somma Vesuviana. L'Ufficio Protocollo osserva il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 12.00 ed il martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.30.

Il rischio del mancato recapito delle istanze rimane a carico esclusivo del mittente e farà fede la data e l'ora di ricevimento da parte del Comune di Somma Vesuviana.

Eventuali richieste pervenute oltre il termine suddetto e/o incomplete, non saranno prese in considerazione ai fini del presente avviso.

Il plico contenente l'istanza dovrà riportare a pena di esclusione, il nominativo e l'indirizzo del soggetto richiedente, nonché la dicitura "Gestione Chiosco Piazza Europa - Manifestazione d'interesse".

Il plico deve contenere, a pena di non ammissibilità delle istanze, i documenti di cui al punto precedente.

Pena l'esclusione, in caso di raggruppamento temporaneo di imprese, l'istanza dovrà essere resa e sottoscritta da ciascuna impresa-membro del raggruppamento.

Espletamento delle singole procedure

 

Tutti gli operatori economici ammessi verranno invitati nel rispetto dei principi di trasparenza, parità di trattamento e concorrenza secondo quanto previsto dal D.lgs. 163/2006 e s.m.i.

Le modalità di svolgimento delle procedure e di presentazione delle offerte saranno riportate nelle lettere di invito che saranno inviate a mezzo servizio postale.

La manifestazione d'interesse costituisce accettazione di quanto riportato nel presente invito.

Cause di non ammissibilità dell'istanza


Sono cause di non ammissibilità dell'istanza:

ü l'omissione anche di un solo dei documenti obbligatori prescritti dal presente avviso;

ü il mancato possesso dei requisiti di ordine generale;

ü il mancato possesso dei requisiti di carattere morale e/o professionale;

ü la mancata sottoscrizione anche di uno solo dei documenti e l'assenza della copia del documento di identità in corso di validità;

ü il pervenire dell' istanza oltre il termine stabilito.

Avvertenze

Il Comune di Somma Vesuviana si riserva, per motivate sopraggiunte necessità, la facoltà di non procedere alle suddette procedure di aggiudicazione. Si ricorda che nel caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci verranno applicate, ai sensi dell' art.76 del DPR 28 dicembre 2000 n.445 e s.m.i, le sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali in materia.

Informativa sulla privacy

I dati richiesti sono raccolti per le finalità inerenti all'affidamento della concessione della gestione del chiosco sito nell'area interna alla Piazza Europa e della relativa area pertinenziale mediante procedura ristretta. Il conferimento dei dati richiesti ha natura facoltativa; un eventuale rifiuto a rendere le dichiarazioni previste comporterà l'esclusione dalla procedura di gara. I dati ed i documenti saranno rilasciati agli organi competenti che ne facciano richiesta nell'ambito di procedimenti a carico degli operatori economici istanti. Il trattamento dei dati avverrà mediante strumenti, anche informatici, idonei a garantirne la sicurezza e la riservatezza. I diritti spettanti sono quelli previsti dal D.lgs 196/2003 e s.m.i.

Altre informazioni

Il presente avviso, il capitolato d'oneri e la documentazione complementare sono pubblicati sul sito Internet dell'Ente: http://www.comune.sommavesuviana.na.it nella sezione Bandi di Gara e nell'Albo pretorio on-line del Comune.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile contattare Posizione Organizzativa 4 Ufficio LL.PP. - Manutenzione - Patrimonio

Piazza Vittorio Emanuele III "Palazzo Torino" - 80049 Somma Vesuviana (NA).

 

Responsabile del procedimento: ___________

Indirizzo - Piazza Vittorio Emanuele III Palazzo Torino 80049 Somma Vesuviana (NA).

Tel. 081/8939158

E- mail : ______________

 

Somma Vesuviana,lì, _______ 2015

 

Allegato A

Bollo Euro 16,00

COMUNE DI SOMMA VESUVIANA

Posizione Organizzativa 4

Ufficio LL.PP. - Manutenzione - Patrimonio

Piazza Vittorio Emanuele III "Palazzo Torino"

80049 Somma Vesuviana (NA)

 

AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE:

Il presente modulo deve essere compilato in modo leggibile in ogni sua parte provvedendo a cancellare depennandole (con una riga sopra) le parti che non interessano ed a contrassegnare, qualora vi siano opzioni, l'ipotesi prescelta. Al fine di garantire maggiore speditezza nell'esame della documentazione amministrativa in sede di gara e soprattutto al fine di ridurre al minimo la possibilità di errore nell'autocertificazione, si invitano i concorrenti a rendere le dichiarazioni richieste tramite la compilazione diretta del presente modulo.


MANIFESTAZIONE D'INTERESSE PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL CHIOSCO SITO NELLA "PIAZZA EUROPA" DELLA CITTA' E DELLA RELATIVA AREA DI PERTINENZA PER LE ATTIVITA' DI INTRATTENIMENTO E DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE OLTRE ALLA CURA E CUSTODIA DELL'AREA INTERNA AL PARCO.

ISTANZA DI AMMISSIONE

Io sottoscritto/a (cognome)__________________________________ (nome)__________________________________

nato/a a______________________________________________ il _________________________________ residente

in______________________________________ Via/piazza________________________________________________

Cap__________________ Cod. Fisc.__________________________________________________________________

(in caso di società)

in qualità di legale rappresentante/procuratore dell'impresa

con sede in_______________________________________________________________________________________

codice fiscale__________________________________________ partita IVA_________________________________

Tel. _________________________________________________ FAX_______________________________________

E-mail__________________________________________________________________________________ consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76 del citato decreto, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate,

DICHIARO

di manifestare l'interesse a partecipare alla procedura ristretta per l'assegnazione, con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, di un chiosco e della relativa area di pertinenza sito nella "Piazza Europa" per svolgere attività di intrattenimento e di somministrazione di alimenti e bevande oltre alla cura e custodia dell'area interna al parco e di altri servizi connessi.

CHIEDO

di partecipare alla procedura ristretta indicata in oggetto:

(indicare con una crocetta la voce che interessa)

q in forma singola

oppure

q in forma associata come : (barrare il caso che ricorre)

q capogruppo mandataria di Associazione Temporanea d'Impresa (art. 34, comma 1 lett. d) del D.Lgs. 163/2006;)

q capogruppo mandataria di Consorzio (art. 34, comma 1 lett. e) del D.Lgs. n. 163/2006);
con le seguenti imprese mandanti: (indicare la denominazione di ciascuna impresa)

q mandante di Associazione Temporanea d'Impresa (art. 34, comma 1 lett. d) del D. Lgs. n. 163/2006);

q mandante di Consorzio (art. 34, comma 1 lett. e) del D. Lgs. n. 163/2006);

 

 

Ai fini dell'ammissibilità alla gara in oggetto citata,

DICHIARO

ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445 e s.m.i.:

1. (per i soggetti tenuti all'iscrizione) l'impresa è iscritta nel Registro delle imprese tenuto dalla Camera di Commercio di............................, nel quale sono, tra l'altro, riportati i seguenti dati:

- sede: ....................................................................................

- numero di iscrizione: ...............................................................................................................................

- data di iscrizione: ....................................................................................................................................

- forma giuridica: ......................................................................................................................................

- (nel caso di società) durata: .................................................................

2. nel suddetto Registro sono, altresì, iscritti gli ulteriori seguenti dati:

q a) (per le imprese individuali) direttore/i tecnico/i (precisare dati anagrafici e residenza):

.................................................................................................................................................................... ;

.................................................................................................................................................................... ;

q b) (per le società in nome collettivo) tutti i soci e direttore/i tecnico/i (precisare dati anagrafici, qualifica e residenza):

.................................................................................................................................................................... ;

.................................................................................................................................................................... ;

q c) (per quelle in accomandita semplice) soci accomandatari e direttore/i tecnico/i (precisare dati anagrafici, qualifica e residenza):

........................... ;

.................................................................................................................................................................... ;

q d) (se si tratta di altro tipo di società) amministratori muniti di poteri di rappresentanza, direttore/i tecnico/i, eventuale socio unico persona fisica ovvero l'eventuale socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci (precisare dati anagrafici, qualifica e residenza):

.................................. ;

.................................................................................................................................................................... ;

3. q non ci sono soggetti cessati dalla carica nell'anno antecedente la data di pubblicazione del bando in oggetto;

oppure

q i soggetti cessati dalla carica nell'anno antecedente la data di pubblicazione del bando in oggetto sono quelli di seguito indicati:

q a) (per le imprese individuali) titolare e direttore/i tecnico/i (precisare dati anagrafici e residenza):

;

 

q b) (per le società in nome collettivo) soci e direttore/i tecnico/i (precisare dati anagrafici, qualifica e residenza):

;

;

q c) (per quelle in accomandita semplice) soci accomandatari e direttore/i tecnico/i
(precisare dati anagrafici, qualifica e residenza):

.................................................................................................................................................................... ;

.................................................................................................................................................................... ;

q d) (se si tratta di altro tipo di società) amministratori muniti di poteri di rappresentanza, direttore/i tecnico/i, eventuale socio unico persona fisica ovvero l'eventuale socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci

(precisare dati anagrafici, qualifica e residenza):

.................................................................................................................................................................... ;

.................................................................................................................................................................... ;


4. (eventuale se persona diversa) Il soggetto preposto all'esercizio è (precisare dati anagrafici, qualifica e residenza):

5. non sussistono le cause di esclusione previste dall'art. 38, comma 1 lett. a), del D. Lgs. 163/2006 né quelle rivenienti dal D.Lgs. 270/1999 in quanto l'impresa non si trova in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo, salvo il caso di cui all'articolo 186-bis del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, né sono in corso procedimenti per la dichiarazione di alcuno dei predetti stati;

6. non sussistono le cause di esclusione previste dall'art. 38, comma 1 lett. b), del D. Lgs. 163/2006 in quanto: nei propri confronti e nei confronti di tutti gli altri soggetti indicati nel precedente punto 2, non è pendente alcun procedimento per l'applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all'art. 6 del D.Lgs. 159/2011 o di una delle cause ostative previste dall'art. 67 del medesimo D.Lgs;

7. non sussistono le cause di esclusione previste dallart. 38, comma 1 lett. c), del D. Lgs. 163/2006, in quanto, anche sulla scorta di quanto stabilito dall'art. 38, comma 2, del predetto decreto:

q a) nei propri confronti e nei confronti di tutti gli altri soggetti indicati nel precedente punto 2 e (se del caso) nel precedente punto 3 non è stata pronunciata alcuna sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'art. 444 del codice di procedura penale per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale ed in particolare di non aver riportato condanne con sentenza passata in giudicato per uno o più reati di partecipazione ad una organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all'art. 45, paragrafo 1 della direttiva CE 2004/18;

oppure

q b) tra i soggetti indicati nel precedente punto 2. e (se del caso) nel precedente punto 3., figurano persone nei cui confronti è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'art. 444 del codice di procedura penale. A tal fine, nel prosieguo, si precisano i nominativi dei soggetti interessati, con la specificazione, per ciascuno di essi, delle condanne subite (autorità giudiziaria, data e natura del provvedimento, reato commesso, data del fatto, pene comminate, eventuali pertinenti ulteriori informazioni), ivi comprese quelle per le quali si è beneficiato della non menzione:

..................................................................................................................................................................... ;

(si rammenta che, ai sensi dell'art. 38, comma 2 non si è tenuti ad indicare nella dichiarazione le condanne quando il reato è stato depenalizzato ovvero dichiarato estinto dopo la condanna stessa. Sulla base della suindicate norma, non si è inoltre tenuti ad indicare nella dichiarazione le condanne revocate, e quelle per le quali è intervenuta la riabilitazione)

eventuale

 

 


q c) con riferimento ai soggetti cessati dalla carica ed indicati nel precedente punto 3, vi è stata completa ed effettiva dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata nei confronti di (precisare generalità e qualifica dell'interessato/i cessato/i dalla carica) (precisare e dimostrare allegando l'occorrente documentazione, per ciascuno degli interessati, quali sono stati gli atti e/o le misure adottate):

q d) (solo in caso di cessione di azienda o di ramo di azienda, incorporazione o fusione societaria ): gli amministratori e i direttori tecnici che hanno operato nell'ultimo anno antecedente la data di pubblicazione del bando presso la società cedente o incorporata o le società fusesi sono :

.................................................................................................................................................................. ;

.................................................................................................................................................................. ;

i soggetti cessati dalla relativa carica nel predetto periodo sono :

.................................................................................................................................................................. ;

.................................................................................................................................................................. ;

e:

q nei loro confronti non è stata pronunciata alcuna sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'art. 444 del codice di procedura penale per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale ed in particolare gli stessi non hanno riportato condanne con sentenza passata in giudicato per uno o più reati di partecipazione ad una organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all'art. 45, paragrafo 1 della direttiva CE 2004/18;

oppure

q tra i soggetti precedentemente indicati figurano persone nei cui confronti è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'art. 444 del codice di procedura penale. A tal fine, nel prosieguo, si precisano i nominativi dei soggetti interessati, con la specificazione, per ciascuno di essi, delle condanne subite (autorità giudiziaria, data e natura del provvedimento, reato commesso, data del fatto, pene comminate, eventuali pertinenti ulteriori informazioni), ivi comprese quelle per le quali si è beneficiato della non menzione:

..................................................................................................................................................................... ;

(si rammenta che, ai sensi dell'art. 38, comma 2 non si è tenuti ad indicare nella dichiarazione le condanne quando il reato è stato depenalizzato ovvero dichiarato estinto dopo la condanna stessa. Sulla base della suindicate norma, non si è inoltre tenuti ad indicare nella dichiarazione le condanne revocate, e quelle per le quali è intervenuta la riabilitazione)

oppure

q con riferimento ai soggetti cessati dalla carica vi è stata completa ed effettiva dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata nei confronti di (precisare generalità e qualifica dell'interessato/i cessato/i dalla carica) (precisare e dimostrare allegando l'occorrente documentazione, per ciascuno degli interessati, quali sono stati gli atti e/o le misure adottate):

  1. (nel caso di società di capitali) non sussistono le cause di esclusione previste dall'art. 38, comma 1 lett. d), del D. Lgs. 163/2006 in relazione alla violazione del divieto di intestazione fiduciaria sancito dall'art. 17 della legge n.55/1990;
  2. non sussistono le cause di esclusione previste dall'art. 38, comma 1 lett. e), del D. Lgs. 163/2006 in quanto, dai dati in possesso dellOsservatorio di cui all'art. 7 del medesimo decreto non risulta che sia stata commessa alcuna grave infrazione, debitamente accertata, alle norme in materia di sicurezza e ad ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro;

10. non sussistono le cause di esclusione previste dall'art. 38, comma 1 lett. f), del D. Lgs. 163/2006 in quanto non è stata commessa grave negligenza o malafede nell'esecuzione delle prestazioni affidate dalla stazione appaltante né è stato commesso un errore grave nell'esercizio della propria attività professionale. In proposito, dal casellario informatico della competente Autorità di vigilanza q risultano oppure q non risultano annotazioni o provvedimenti che la stazione appaltante potrebbe valutare al fine di stabilire la sussistenza o meno delle cause preclusive di cui al richiamato art. 38, comma 1 lett.f);

11. non sussistono le cause di esclusione previste dall'art. 38, comma 1 lett. g), del D. Lgs. 163/2006 in quanto non sono state commesse violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e delle tasse (indicare l'Ufficio e la sede dell'Agenzia delle Entrate alla quale rivolgersi ai fini della

.................. ..

.................................................................................................................................................................. ; (Si rammenta che, ai sensi dellart. 38, comma 2 del D. Lgs. 163/2006, si intendono gravi le violazioni che comportano un omesso pagamento di imposte e tasse per un importo superiore a quello di cui all'art. 48-bis, commi 1 e 2-bis del D.P.R. 602/1973 allo stato euro 10.000,00 e definitivamente accertate le violazionirelative all'obbligo di pagamento di debiti per imposte e tasse certi, scaduti ed esigibili)

12. non sussistono le cause di esclusione previste dall'art. 38, comma 1 lett. h), del D. Lgs. 163/2006 in quanto, anche in relazione a quanto stabilito dal comma 1-ter del predetto articolo, dal casellario informatico della competente Autorità di vigilanza non risulta che siano state presentate false dichiarazioni o falsa documentazione in merito a requisiti e condizioni rilevanti per la partecipazione a procedure di gara e per laffidamento dei subappalti;

13. non sussistono le cause di esclusione previste dall'art. 38, comma 1 lett. i), del D. Lgs. 163/2006 in quanto non è stata commessa alcuna grave violazione, definitivamente accertata, alle norme in materia di contributi previdenziali ed assistenziali; (si rammenta che, in base all'art. 38, comma 2, si intendono gravi le violazioni ostative al rilascio del Durc)

14. non sussistono le cause di esclusione previste dall'art. 38, comma 1 lett. l), del D. Lgs. 163/2006 in quanto:

q a) limpresa è in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili ed ha ottemperato a quelle

di cui di cui alla legge 68/1999;

oppure

q b) limpresa non è assoggettata agli obblighi di cui alla legge 68/1999;

15. non sussistono le cause di esclusione previste dall'art. 38, comma 1 lett. m), del D. Lgs. 163/2006 in quanto nei riguardi dellimpresa non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'art. 9, comma 2 lettera c), del D. Lgs. 231/2001 o altra sanzione che comporti il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione compresi i provvedimenti interdittivi di cui all'art. 14 del D.Lgs. 81/2008;

16. non sussistono le cause di esclusione previste dall'art. 38, comma 1 lett. m-ter), del D. Lgs. 163/2006 in quanto nei propri confronti e nei confronti di tutti gli altri soggetti indicati nel precedente punto 2., non si sono verificate le circostanze di cui alla richiamata norma (vittime che non abbiano denunciato i reati di concussione ed estorsione per i quali sia stata formulata la richiesta di rinvio a giudizio nell'anno antecedente la data di pubblicazione del bando);

17. che nei confronti del sottoscritto e nei confronti dei soggetti elencati ai precedenti punti n.2, e n.3 non sussistono le condizioni di incapacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione ai sensi dellart. 32 ter e quater del codice penale;

18. che, alla data della manifestazione dinteresse, la ditta con riferimento alla legge n° 266/2002 Disposizioni urgenti in materia di emersione del lavoro sommerso e di rapporti di lavoro a tempo parziale

q non si è avvalsa di piani individuali di emersione;

ovvero

q di essersi avvalsa di piani individuali di emersione di cui alla medesima legge, ma che il periodo di emersione si è concluso;

19. di essere in regola con la normativa vigente in materia di sicurezza e salute dei lavoratori di cui al D.Lgs. 81/08;

20. linesistenza di contenziosi pendenti contro il Comune di Somma Vesuviana e linesistenza di posizioni debitorie nei confronti dello stesso Comune;

21. che la ditta ha le posizioni previdenziali ed assicurative INPS e INAIL di seguito indicate (indicare sede e numero di matricola):

INPS

INAIL

  1. che nei propri confronti e nei confronti di tutti gli altri soggetti indicati nei precedenti punti 2. e 4. sussiste il possesso dei requisiti morali di cui all'art. 71, commi 1 e 2, del D.Lgs. n. 59 del 26.03.2010 Attuazione della direttiva 2006/123/Ce relativa ai servizi nel mercato interno
  2. di possedere almeno uno dei requisiti professionali di cui all'art. 71, comma 6, del D.Lgs. n. 59 del 26.03.2010, e più precisamente (barrare lipotesi che interessa):

q avere frequentato con esito positivo un corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti ;

q avere, per almeno due anni, anche non continuativi, nel quinquennio precedente, esercitato in proprio attività d'impresa nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande o avere prestato la propria opera, presso tali imprese, in qualità di dipendente qualificato, addetto alla vendita o all'amministrazione o alla preparazione degli alimenti, o in qualità di socio lavoratore o in altre posizioni equivalenti o, se trattasi di coniuge, parente o affine, entro il terzo grado, dell'imprenditore, in qualità di coadiutore familiare, comprovata dalla iscrizione all'Istituto nazionale per la previdenza sociale;

q essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale, purché nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti;

  1. di aver preso visione del contenuto ed accettare integralmente le condizioni del capitolato doneri;

Io sottoscritto dichiaro di essere consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, nel caso di dichiarazioni mendaci, falsità in atti o esibizione di atto falso o contenente dati non più rispondenti a verità. Dichiaro inoltre di essere a conoscenza che, qualora dal controllo delle dichiarazioni rese, emerga la non veridicità del loro contenuto, decadrò dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base delle stesse.

Luogo e data _______________________ IL DICHIARANTE

(firma leggibile e per esteso)

Io sottoscritto dichiaro altresì, ai sensi dellart. 13 del D. Lgs. 30/6/2003 n. 196, di essere informato che: i dati personali forniti e raccolti in occasione del presente procedimento verranno utilizzati esclusivamente in funzione e per i fini dello stesso procedimento, il trattamento dei dati conferiti dai partecipanti alla gara ha la finalità di consentire laccertamento dellidoneità dei concorrenti rispetto all'affidamento del servizio di cui trattasi; il conferimento dei dati richiesti ha natura facoltativa; un eventuale rifiuto a rendere le dichiarazioni previste comporterà lesclusione dalla procedura di gara.

I dati raccolti potranno essere oggetto di comunicazione:

n al personale dipendente dellEnte responsabile in tutto od in parte del procedimento e comunque coinvolto per ragioni di servizio;

n agli eventuali soggetti esterni all'Ente comunque coinvolti nel procedimento;

n alla commissione di gara;

n ai concorrenti in gara;

n ai competenti Uffici pubblici in esecuzione delle vigenti disposizioni di legge;

n agli altri soggetti aventi titolo ai sensi della Legge n. 241/90.

Soggetto attivo della raccolta dei dati è lAmministrazione aggiudicatrice.

Il Titolare del trattamento è il Comune di Somma Vesuviana nella persona del Responsabile del Procedimento.

Sono altresì informato che i diritti esercitabili sono quelli di cui all'art. 7 D.Lgs 30/06/2003 n. 196, (accesso, rettifica, aggiornamento ed

integrazione, cancellazione dei dati ecc.).

Luogo e data_________________________ IL DICHIARANTE

(firma leggibile e per esteso)

Allegati:

n Copia fotostatica del documento di identità del sottoscrittore;

n Solo per le associazioni : atto costitutivo e statuto


Allegato A bis

Dichiarazione del preposto allesercizio per la somministrazione di alimenti e bevande.

Io sottoscritto/a (cognome)__________________________________ (nome)__________________________________

nato/a a______________________________________________ il _________________________________ residente

in______________________________________ Via/piazza________________________________________________

Cap__________________ Cod. Fisc.__________________________________________________________________

consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76 del citato decreto, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni

mendaci ivi indicate,

DICHIARO

ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445 e s.m.i.:

1. di possedere uno dei requisiti professionali di cui all'art. 71, comma 6, del D.Lgs. n. 59 del 26.03.2010, e più precisamente (barrare lipotesi che interessa):

q avere frequentato con esito positivo un corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti ;

q avere, per almeno due anni, anche non continuativi, nel quinquennio precedente, esercitato in proprio attività d'impresa nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande o avere prestato la propria opera, presso tali imprese, in qualità di dipendente qualificato, addetto alla vendita o all'amministrazione o alla preparazione degli alimenti, o in qualità di socio lavoratore o in altre posizioni equivalenti o, se trattasi di coniuge, parente o affine, entro il terzo grado, dell'imprenditore, in qualità di coadiutore familiare, comprovata dalla iscrizione all'Istituto nazionale per la previdenza sociale;

q essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale, purché nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti;

Luogo e data _______________________ IL DICHIARANTE

(firma leggibile e per esteso)

Io sottoscritto dichiaro altresì, ai sensi dellart. 13 del D. Lgs. 30/6/2003 n. 196, di essere informato che: i dati personali forniti e raccolti in occasione del procedimento di affidamento della gestione del chiosco- bar all'interno della Piazza Europa verranno utilizzati esclusivamente in funzione e per i fini dello stesso procedimento. Il trattamento dei dati conferiti dai partecipanti alla gara ha la finalità di consentire laccertamento dellidoneità dei concorrenti rispetto all'affidamento del servizio di cui trattasi.Sono altresì informato che i diritti esercitabili sono quelli di cui all'art. 7 D.Lgs 30/06/2003 n. 196, (accesso, rettifica, aggiornamento ed integrazione, cancellazione dei dati ecc.).

Luogo e data _______________________ IL DICHIARANTE

(firma leggibile e per esteso)

Allegati: Copia fotostatica del documento di identità del sottoscrittore;

 

 

 


CITTA' di SOMMA VESUVIANA

 

Provincia di Napoli

Ufficio LL.PP. Manutenzione - Patrimonio

Posizione Organizzativa 4

P.zza Vittorio Emanuele IIITelefax 081/8939154-58

AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL CHIOSCO SITO NELLA PIAZZA EUROPA DELLA CITT E DELLA RELATIVA AREA DI PERTINENZA PER LE ATTIVIT DI INTRATTENIMENTO E DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE OLTRE ALLA CURA E CUSTODIA DELLAREA INTERNA AL PARCO ED ALTRI SERVIZI CONNESSI.

CAPITOLATO DONERI

Art. 1 FINALITA' ED OGGETTO DELLA CONCESSIONE

Gestione in concessione di una struttura (Mq. 9.00 ) e della relativa area pertinenziale (Mq. 33.00 ) oltre alla cura e alla custodia dellarea interna alla Piazza (Mq. 5.100,00 circa) di proprietà comunale, individuate nelle planimetrie di cui agli allegati A1- A2 - A3 del presente capitolato doneri.

Art. 2 DURATA

La concessione ha durata di anni sei ( 6 ) dalla data di stipulazione del contratto e potrà essere rinnovata espressamente, a richiesta del concessionario, per ulteriori anni sei ( 6 ), previo idoneo atto della Amministrazione Comunale per il tramite dellOrgano Amministrativo competente. E vietato il sub ingresso nella titolarità della gestione ,salvo i casi di forza maggiore, e previa espressa autorizzazione della Amministrazione comunale.

Art. 3 IMPORTO A BASE DASTA

Il corrispettivo annuo a base dasta è fissato in 4.500,00 (Euro Quattromilacinquecento ), annue con offerte in aumento oltre IVA se dovuta, cui seguiranno obbligatoriamente offerte alla pari o in aumento. Il canone dovrà essere versato secondo le modalità stabilite dal successivo articolo 20 del presente capitolato. Il canone sarà aggiornato, annualmente, all'Indice ISTAT dei prezzi al consumo rilevato il 31 dicembre dellanno precedente quello di riferimento.

Art. 4 OFFERTA TECNICA E PROGETTO DI GESTIONE

Il Concessionario dovrà curare la gestione della struttura e del parco nel rispetto dellofferta tecnica e del

progetto di gestione proposti.

Art. 5 RICONSEGNA DELLA STRUTTURA

All'affidatario è fatto obbligo di riconsegnare la Piazza e la struttura concessa in gestione in perfetto stato funzionale e di conservazione, con gli adeguamenti e miglioramenti eventualmente apportati e regolarmente assentiti dagli enti competenti senza poter nulla pretendere a titolo di indennizzo, rimborso o altro. E fatto salvo il diritto del Comune di richiedere, ove necessario, la rimessione in pristino dello stato dei luoghi, in danno e a spese dellaffidatario.

Art. 6 INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO

La struttura e larea di pertinenza saranno consegnate nello stato in cui ritrovano al momento della stipula del contratto.

Il concessionario, in corso di concessione :

  1. ha lobbligo di eseguire i lavori di messa in sicurezza e di ripristino o sostituzione del Parco Giochi, ad uso gratuito, presente al' interno della Piazza Europa
  2. ha la facoltà di proporre ulteriori interventi migliorativi tesi a rendere maggiormente fruibile la struttura e larea di pertinenza.

 

LAmministrazione Comunale si riserva di autorizzare tali ulteriori interventi, stabilendo di imputarli al pagamento dei canoni in relazione alla loro natura incrementativa in via permanente del valore dellarea e dei beni comunali. Alla scadenza della concessione gli interventi migliorativi realizzati, ai sensi del presente articolo, rimarranno acquisiti al patrimonio del Comune senza obbligo di pagamento dindennità o risarcimento da parte del Comune di Somma Vesuviana.

Sono, in ogni caso, tassativamente escluse le seguenti attività:

 

  • attività moleste o inquinanti
    • installazione di qualsiasi tipo di giochi a pagamento e a premio quali slot machine, video poker, giochi dazzardo e apparecchiature analoghe;

Art. 7 LICENZE E AUTORIZZAZIONI

Il concessionario deve munirsi di tutte le autorizzazioni necessarie ed essere in regola con quanto previsto dalla legge in materia di somministrazione di alimenti e bevande e di intrattenimento. Se la struttura non avrà i requisiti prescritti dalla legge, gli Uffici Comunali non saranno vincolati in alcun modo al rilascio delle relative licenze. Il concessionario che svolga lattività di somministrazione senza le predette licenze/autorizzazioni sarà perseguibile nei termini di legge e non potrà invocare la mancanza delle stesse come causa di giustificazione delleventuale inadempimento contrattuale. Relativamente alle norme riguardanti lavviamento commerciale degli esercizi, laffidatario non potrà avanzare alcuna pretesa al termine della gestione, per qualunque motivo intervenuta, né nei confronti del Comune né nei confronti delleventuale successivo affidatario.

Ulteriori attività potranno essere, di volta in volta, autorizzate dall'Amministrazione Comunale, per il tramite della Posizione Organizzativa competente. In tal caso il Concessionario dovrà munirsi di tutte le autorizzazioni e i permessi prescritti dalla legislazione vigente.

 

Art. 8 COMPITI DEL CONCESSIONARIO RELATIVI ALLA GESTIONE DEL PARCO Laffidatario dovrà provvedere alla gestione del Parco assicurando le seguenti attività:

  1. adozione delle cautele necessarie per garantire la sicurezza e lincolumità delle persone;
  2. sorveglianza e custodia dellarea e delle cose in essa contenute;
  3. apertura e chiusura giornaliera della struttura/chiosco, per tutto lanno, per almeno sei giorni settimanali comprensivi dei sabati e delle domeniche assicurando un orario di apertura di almeno dodici (12) ore al giorno;
  4. deve, negli orari di apertura , garantire il diritto di passaggio dei cittadini dal cancello di via Milano a quello di via Napoli
  5. la fornitura e listallazione in opera degli arredi, delle attrezzature e delle strutture necessari allespletamento del servizio;
  6. lacquisto, la conservazione e la preparazione dei prodotti posti in vendita;
  7. la manutenzione ordinaria della struttura e della relativa area pertinenziale nonché quella ordinaria e straordinaria degli arredi, con lobbligo di segnalare al Comune tutti gli interventi necessari eccedenti la manutenzione ordinaria;
  8. pulizia ordinaria del Parco Pubblico (All. A3):
  • pulizia quotidiana delle aree riservate al gioco e al passaggio, come individuate nella planimetria allegata;
  • raccolta delle carte e altro materiale che dovesse essere presente all'interno del Parco;
  • svuotamento quotidiano dei cestini;;

9) per le attività di intrattenimento, iniziative e/o spettacoli il concessionario dovrà attenersi alla normativa in vigore in materia di pubblica sicurezza e quiete pubblica tenuto conto che ogni emissione sonora dovrà cessare entro le ore 24.00 di ogni giorno (mezzanotte). Su richiesta espressa, il gestore potrà ottenere eventuali deroghe dall'amministrazione comunale sempre nel rispetto della legislazione vigente pro-tempore.


Art. 9 MANUTENZIONE DELLAREA PARCO

Su tutta larea (Mq. 5000,00) dovranno essere eseguiti gli interventi di cura e pulizia del verde pubblico come indicati nel piano di manutenzione allegato alla lettera B del presente capitolato. Laggiudicatario, qualora non vi provveda in proprio, dovrà affidare il lavoro a maestranze capaci e di fiducia. Nell'esecuzione del lavoro potranno essere utilizzati tutti gli attrezzi e macchinari che la ditta esecutrice riterrà opportuni; il materiale di risulta dovrà essere di volta in volta accantonato e subito smaltito a cura e spese della ditta esecutrice.

Il lavoro dovrà essere comunque eseguito a regola d'arte e non dovrà essere trascurata la pulizia delle aree da qualsiasi rifiuto con particolare attenzione alla rimozione di rifiuti particolarmente pericolosi per lutenza.

In caso di inadempienze alle prescrizioni previste dal presente Capitolato e del relativo piano di manutenzione il Comune ha facoltà di eseguire direttamente le attività di cui il gestore è obbligato, previa diffida e salvo rivalsa nei confronti del concessionario stesso, che resta comunque responsabile per tutti i danni diretti o indiretti che, per effetto della sua inadempienza, potranno derivare sia al concedente sia a terzi.

 

Art. 10 ONERI ED OBBLIGHI A CARICO DEL CONCESSIONARIO

Il gestore accetta ed assume a suo completo ed esclusivo carico i seguenti oneri ed obblighi, con rinuncia del

diritto di rivalsa nei confronti dellAmministrazione Comunale:

 

  1. pagamento di ogni imposta, tassa o tributo comunque dipendente dal contratto o dall'attività da svolgere;
  2. pagamento e intestazione delle utenze per la fornitura di pubblici servizi, quali: acqua, gas, metano, energia elettrica e telefono, ad eccezione degli impianti di irrigazione del parco che rimangono a carico dellAmministrazione Comunale;
  1. arredo del chiosco con le relative attrezzature necessarie per il funzionamento;
  1. pulizia ed eventuale ripristino dei servizi igienici che devono essere aperti al pubblico per tutto il periodo di apertura dellesercizio;
  2. disponibilità e collaborazione nei casi di realizzazione di eventi ed iniziative ricreative promosse o patrocinate dall'Amministrazione comunale;
  3. segnalazione nel più breve tempo possibile e per iscritto, agli Uffici Comunali competenti, di eventuali necessità di manutenzione straordinaria da cui potrebbero derivare danni al patrimonio oggetto di concessione.
  4. consentire la visita di un rappresentante dellamministrazione comunale onde verificare lottimale manutenzione della struttura;
  5. reintegrazione delle cose elencate nel verbale di consegna che risultassero asportate o danneggiate irreparabilmente per incuria o colpa del concessionario, provvedendovi entro 8 (otto) giorni dalla constatazione, fatte salve le possibilità di rivalsa dellAmministrazione sul deposito cauzionale recuperandone le spese;
  6. mantenimento costante, anche da parte del personale subordinato, di contegno corretto e riguardoso, e di condotta irreprensibile nei confronti dellutenza;
  7. segnalazione all'Amministrazione comunale di qualsiasi inconveniente, irregolarità o manomissione riscontrati negli impianti, nonché la denuncia alle competenti autorità quando il fatto costituisca reato.

Art. 11 ONERI DI CONDUZIONE E GESTIONE

Restano, altresì a carico dellaffidatario, ogni spesa ed onere che si dovessero rendere necessari per la manutenzione ordinaria dei beni presenti nel Parco.

E, altresì, a totale ed esclusivo carico del concessionario, con espressa rinuncia a diritto di rivalsa nei confronti dellAmministrazione Comunale, lobbligo di applicare nei confronti dei lavoratori occupati nella gestione della struttura e nell'esercizio dellattività di somministrazione di alimenti e bevande costituente oggetto della presente convenzione tutte le norme contenute nel relativo contratto collettivo nazionale di lavoro in vigore, nonché losservanza delle norme in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. n. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni, esonerando espressamente lAmministrazione Comunale da qualsiasi responsabilità a riguardo. Lattività dovrà essere espletata con personale idoneo.

Art. 12 MODALITA' DELLA GESTIONE

Il concessionario dovrà porre massima diligenza per la conservazione di quanto ricevuto in gestione. La struttura è aperta al pubblico senza discriminazione di sorta, salvo specifici provvedimenti dellautorità di P.S. Il concessionario potrà organizzare, nell'area pertinenziale , manifestazioni ed eventi nel rispetto della normativa vigente, anche relativa alle emissioni sonore ed acustiche, e previa autorizzazione da parte della Unità di Direzione competente o degli Organi preposti. Il concessionario dovrà dotare convenientemente il bar di prodotti di abituale consumo e di buona qualità. La conduzione deve essere tenuta con pulizia, igiene e decoro e con personale sufficiente ad assicurare un adeguato servizio ed in possesso dei requisiti richiesti dalla normativa igienico sanitaria.

Art. 13 DIVIETI

Al gestore è fatto divieto di:

  1. cedere in tutto o in parte il contratto a terzi;
  2. consentire comunque a terzi di partecipare alla disponibilità e/o gestione del bene, salvo autorizzazione da parte dellAmministrazione comunale;
  3. utilizzare gli impianti per scopi e finalità diversi da quanto stabilito dal presente capitolato;
  4. installare giochi o altri apparecchi a pagamento e a premio quali slot macchine, video poker, giochi dazzardo e apparecchiature analoghe;
  5. installare o depositare macchine, attrezzi ecc. o impianti che possono comportare pericolo o compromettere la struttura concessa in gestione o aree attigue;
  6. di depositare materiale infiammabile o pericoloso all'interno o all'esterno della struttura concessa in gestione.

 

Art. 14 RESPONSABILITA' DEL CONCESSIONARIO

Il concessionario è custode dellarea del parco individuata nella planimetria di cui all'allegato A3. Egli è responsabile nei confronti dellAmministrazione comunale della buona conservazione della struttura e delle attrezzature e risponde dei danni che dalla negligente conservazione e/o gestione possano derivare a terzi. Il Comune non si assume alcuna responsabilità per furti di materiale di proprietà del gestore custoditi nella struttura.

Art. 15 ELEZIONE DI DOMICILIO

Per tutti gli effetti del presente capitolato lAmministrazione Comunale elegge domicilio nel Comune di Somma Vesuviana. Tutte le intimazioni, le assegnazioni di termini ed ogni altra notificazione dipendente dal contratto di concessione, saranno effettuati a mezzo del Messo Comunale o raccomandata postale.

Art. 16 SPESE A CARICO DELLAGGIUDICATARIO

Sono a completo ed esclusivo carico del concessionario tutte le spese relative e conseguenti al contratto,

nessuna eccettuata o esclusa.

Art. 17 CONTROPRESTAZIONE A FAVORE DELLAGGIUDICATARIO

La controprestazione dovuta dal Comune a favore dellaggiudicatario consisterà unicamente nel diritto di

gestire e sfruttare economicamente il chiosco per lintera durata della concessione.

ART. 18 CONTRATTO TRA IL COMUNE E LAGGIUDICATARIO

Anche in caso di intervenuta aggiudicazione, la stessa non vincolerà lamministrazione aggiudicatrice se non dopo la stipulazione della convenzione, previa effettuazione delle verifiche di legge e sempre che non risulti in capo all'aggiudicatario alcun limite od impedimento a contrattare con la Pubblica amministrazione. Il contratto deve essere stipulato entro il termine perentorio indicato dal Comune.

ART. 19 COSTITUZIONE POLIZZA FIDEJUSSORIA E ASSICURATIVA

Al momento della stipula della convenzione laggiudicatario dovrà presentare: garanzia fideiussoria, con istituto di credito o compagnia assicurativa di importo pari ad 500.000,00 (Cinquecentomila /00) a garanzia dellesatto adempimento delle prestazioni dovute; tale polizza, che occorrerà mantenere per tutta la durata del contratto, dovrà espressamente prevedere:

n il pagamento a semplice richiesta del Comune entro 15 giorni dalla richiesta, in caso di escussione;

n la polizza deve rimanere valida fino a quando il Comune non ne restituirà l'originale o non farà la dichiarazione scritta di liberazione dall'obbligo;

n la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del contraente principale di cui all'art. 1944 del Codice Civile;

n la rinuncia ad avvalersi delle eccezioni di cui agli artt. 1945 e 1947 del Codice Civile.

Nel caso di mancata stipulazione del contratto da parte dellaggiudicatario nel termine prescritto il Comune avrà facoltà di revocare laggiudicazione disposta e aggiudicare a favore concorrente risultante al secondo posto in graduatoria ovvero procedere a nuova gara.

 

 

Art. 20 CANONI E PAGAMENTI

Il Canone annuo di concessione dovrà essere versato, in forma anticipata, al Comune di Somma Vesuviana, in due rate semestrali nei mesi di GENNAIO e LUGLIO, mediante versamento sul conto corrente del Comune Servizio Tesoreria Comunale. Il canone sarà calcolato a far data dalla data di sottoscrizione del contratto di concessione.

Art. 21 RISERVA DELLUSO DEL PARCO

Lamministrazione si riserva, al fine di perseguire le finalità pubbliche, di concedere, previa consultazione del soggetto gestore, gli spazi esterni al chiosco ad associazioni o gruppi per lo svolgimento di attività ricreative, culturali o sportive.

Art. 22 INTERVENTI STRAORDINARI DA PARTE DEL COMUNE

LAmministrazione comunale si riserva la facoltà di eseguire in qualsiasi momento tutte le opere che la stessa ritenesse insindacabilmente necessarie per il completamento e miglioramento della Piazza, senza che laffidatario potrà pretendere alcun indennizzo per eventuali mancati utili di gestione o altro, per nessun motivo, causa o ragione.

 

Art. 23 RINUNCIA RECESSO

Nel caso in cui il concessionario rinunci alla concessione ed abbia già realizzato gli eventuali interventi di cui agli artt. 4 e 6 del presente capitolato, egli non potrà avanzare alcuna pretesa di restituzione delle spese sostenute e le opere realizzate. Le stesse opere saranno acquisite al patrimonio comunale.

Art. 24 DECADENZA DALL'AFFIDAMENTO

La decadenza dall'affidamento potrà essere disposta nei seguenti casi:

- Se il concessionario cede in tutto o in parte la gestione a terzi;

- Se il concessionario si rende inadempiente degli obblighi della legge e del presente capitolato;

- Se il concessionario nel dar seguito agli obblighi di cui al presente capitolato, dimostra grave imperizia o imprudenza.

- Se il concessionario si rende inadempiente degli obblighi previsti dall'articolo 4 del presente capitolato;

- Perdita dei requisiti per la somministrazione di alimenti e bevande.

In tali casi l'amministrazione comunale provvederà ad incamerare direttamente la cauzione comunicando la

decadenza dellaffidamento mediante raccomandata A.R. presso la sede legale del concessionario.

Art. 25 SVINCOLO DELLA CAUZIONE

Lo svincolo della cauzione avverrà al termine del rapporto contrattuale a seguito di atto ricognitivo del

responsabile del servizio, incaricato dal Comune, entro 30 giorni dalla scadenza.

Art. 26 COSTITUZIONE IN MORA

Tutti i termini e le comminatorie contenute nel presente capitolato operano di pieno diritto senza obbligo per

l'Amministrazione Comunale della costituzione in mora del concessionario.

Art. 27 RINVIO ALLE NORME VIGENTI

Per quanto non previsto nel presente capitolato si rinvia alle norme ed alle disposizioni di legge vigenti in

materia.

Art. 28 CONTROVERSIE

In caso di controversie relative alla presente concessione il foro competente è quello di Nola.

Art. 29 STIPULAZIONE - CONTRATTO - SPESE

Le spese di stipulazione e registrazione del contratto di concessione sono a carico del concessionario

 

IL RESPONSABILE DI POSIZIONE

Ing. Giuseppe CATAURO


 

 


 

CERTIFICAZIONE DI PUBBLICAZIONE

 

Si certifica, su conforme attestazione del messo comunale, che la presente determinazione è stata pubblicata al numero 1922 dell'Albo Pretorio del Comune dal 20/08/2015 al 04/09/2015

 

Somma Vesuviana, li 20/08/2015

f.to